Orto del Borro | Il Borro Toscana

Orto del Borro

Orto dei “buoni intenditori”

Passione per il biologico

La produzione biologica adotta un sistema che per secoli ha regolato la produzione agricola tradizionale: quello della rotazione agraria, che riesce a salvaguardare nel medio e lungo epriodo, sia le esigenze di produzione dell’azienda, sia il fabbisogno di rigenerazione della fertilità della terra.

L’Orto del Borro

L’Orto del Borro prende il nome dall’omonimo borgo situato sulle colline del Valdarno aretino, nato nel 2012 e inizialmente dedicato alla sola famiglia Ferragamo, si estende oggi per 3 ettari, certificato dal 2015 come biologico, vantando un sistema di produzione basato sul rispetto e sulla gestione degli equilibri naturali. Oggi l’intero progetto è seguito da Vittoria Ferragamo, quinta dei figlia di Ferruccio, supportata dall’agronomo Leonardo Cistullo e da un team specializzato di agricoltori ed esperti botanici.
Orto del Borro

Oltre l’Orto del Borro

Oltre alla produzione di ortaggi di stagione e all’allevamento di galline di razze diverse quali Valdarnesi bianche, Livornesi bianche e Toscane rosse, Il Borro ha intrapreso la produzione di farine di grani antichi e farro (a basso contenuto di glutine), grano saraceno (privo di glutine), per produrre pasta artigianale, farine poco raffinate, soffiati e gallette.
A corollario della produzione non potevano mancare i trasformati come la passata di pomodoro e a breve anche una linea di salse e sughi per condire la pasta.
La volontà di ottenere prodotti del territorio è parte integrante della filosofia dell’azienda.
Esperti del settore seguono tutte le fasi di lavorazione: dalla semina, alla coltivazione, alla raccolta, in modo da garantire l’eccellenza dei prodotti finali.